www.mailitalia.net


Vai ai contenuti

Consigli

Newsletter

Cosa scrivere?

Uno dei principali problemi di chi utilizza le newsletter è il contenuto. Chi si iscrive ad una newsletter si aspetta di riceverla periodicamente, ad intervalli predefiniti…. una a settimana, una al mese, una ogni trimestre… dipende dall’evoluzione del vostro business o del sito internet che pubblicizzate. Spesso manca il tempo per scrivere contenuti efficaci ed aggiornati. Il nostro consiglio è di preparare in anticipo più newsletter, ed inviarle in seguito nei tempi decisi. Siate interessanti e portate del valore aggiunto a chi vi legge, altrimenti fioccheranno le richieste di disiscrizione alla mailing list.
Ecco una lista di alcuni argomenti da cui prendere spunto, ovviamente, il contenuto delle email cambia da sito a sito:

  • eventi promossi dalla vostra azienda
  • promozioni
  • nuovi prodotti o prodotti
  • fiere/mercatini/mostre in cui siete presenti
  • aggiornamenti su prodotti o servizi esistenti
  • casi di successo di clienti che usano i vostri prodotti/servizi


Costruire la lista degli indirizzi

Il vostro budget non permette l’acquisto di indirizzi mail. Nessun problema. Cominciate con la vostra rubrica: parenti, amici, collaboratori, fornitori, colleghi, clienti già acquisiti … e annunciate la vostra nuova newsletter invitando i vostri contatti ad inoltrare il messaggio. Predisponete inoltre un form di registrazione nel vostro sito internet e mettete un link alla pagina di iscrizione nella prima newsletter.
Per incentivare l’iscrizione potreste fornire una speciale promozione o regalo a chi si iscrive.

Antispam

Ci sono delle semplici regole da rispettare per far sì che le nostre campagne pubblicitarie ed informative via email non finiscano nello spam (posta indesiderata). I filtri anti-spam leggono letteralmente le vostre mail e le confrontano, utilizzando delle euristiche che si basano su caratteristiche e testi comuni nelle email già segnalate come spam in precedenza. Se la mail ottiene un punteggio alto, ovvero ci sono molte sue caratteristiche che fanno pensare che sia una mail di spam verrà marcata come tale e il vostro cliente (con alta probabilità) non la leggerà mai.
Vediamo insieme alcune regole fondamentali atte a rendere le nostre mail più professionali e meno identificabili dai filtri anti-spam:

1) Evitate frasi zeppe di punti esclamativi!!!!!!!!!!!!!!

2) Evitate parole di uso comune per indicare le call-to-action tipiche degli spammer

Le call-to-action sono i link presenti nella mail che invitano l’utente ad eseguire delle azioni (es. registrazioni a siti, risposte a sondaggi, richieste coupon omaggio, ecc). Frasi come:

  • “Clicca Qui!”
  • “Clicca Qui Subito!”
  • “Gratis!!!!!”


sono da evitare. Attenzione quindi anche alle più innocenti call-to-action come: “Clicca qui per rimuoverti dalla newsletter”

3) Evitare parole di uso comune agli spammer, soprattutto nell’oggetto della mail

Come il punto precedente… fate attenzione a a parole come: “Viagra”, “Speciale Offerta”, “Sconto riservato solo per te”, “Risparmia”, “Guadagna”, …

4) Non inviate email pubblicitarie fatte di sole immagini

Oltre a non essere visualizzate da alcuni utenti, i filtri anti-spam non sono in grado di leggerle e pertanto pensando che la vostra mail sia vuota la marcheranno come inutile, quindi spam.

5) Studiate bene l’oggetto della mail

E’ la parte più sensibile e delicata, infatti oltre ad essere l’elemento fondamentale su cui si baseranno i vostri clienti nel decidere se aprirla o no, è una delle caratteristiche che hanno maggior peso in relazione ai filtri anti-spam. Evitate quindi di inserire:

  • il nome o l’email del cliente
  • parole in maiuscolo
  • parole inventate
  • le parole “pericolose” citate ai punti precedenti


6) Usa i colori con discrezione

La combinazione di testo nero su sfondo bianco è sempre la più leggibile. L’enfasi del rosso è fortemente associata agli schemi del marketing disonesto e allo spam, anche altri colori come il verde, il blu elettrico e il giallo devono essere assolutamente evitati.


Torna ai contenuti | Torna al menu